Una donna è colpevole di aver ucciso una donna per portare via il suo bambino non ancora nato

NEW BOSTON, Texas – Una donna del Texas è stata condannata a morte Uccidere una donna incinta e prendere il suo bambino non ancora nato.

Una giuria della contea di Bowie nel nord-est del Texas ha deliberato per circa un’ora per ritenere Taylor Renee Parker, 29 anni, colpevole di aver ucciso Reagan Michael Simmons-Hancock, 21 anni, nell’ottobre 2020 e di aver rapito sua figlia, che le è stata tagliata dallo stomaco e in seguito è morta.

Il verdetto di una giuria di sei uomini e sei donne è arrivato dopo tre settimane di testimonianze a volte strazianti.

Gli avvocati di Parker hanno sostenuto che il bambino non era vivo e si sono mossi per respingere l’accusa di rapimento, il che avrebbe ridotto l’accusa di omicidio colposo a omicidio.

“Ecco perché abbiamo dedicato così tanto tempo alle definizioni nelle dichiarazioni di apertura. Non puoi rapire una persona che non è nata viva”, ha detto Jeff Harrelson alla giuria nella sua argomentazione conclusiva.

Tuttavia, i pubblici ministeri hanno affermato che diversi esperti medici hanno testimoniato che il bambino aveva un battito cardiaco alla nascita. Hanno anche descritto le azioni di Parker che hanno portato al giorno in cui Simmons-Hancock è stato ucciso.

“Abbiamo adeguatamente dettagliato ciò che lei (Parker) ha fatto, perché lo ha fatto, tutte le parti mobili e tutti i danni collaterali. La migliore prova nello stato del Texas che il bambino sia nato vivo è che Taylor Parker ha detto che era ‘ t”, ha affermato l’avvocato Kelly Crisp.

Come ha raccontato la collega Lauren Richards Tutte le maschere Parker si è esibito per varie persone, inclusa la gravidanza che ha portato all’omicidio.

“Nelle ultime due settimane, le prove non sono ancora chiare”, ha detto alla giuria l’assistente del procuratore distrettuale Lauren Richards. “Lei è una bugiarda, una manipolatrice, e ora se ne assumerà la responsabilità”.

Ha ricordato alla giuria che Reagan è stato colpito alla testa almeno cinque volte, i colpi le hanno premuto il cranio nel cervello.

“Reagan deve averlo sentito quando Taylor ha iniziato a tagliarsi lo stomaco, dall’inguine all’inguine … inspiegabilmente”, ha detto Richards. “Quando Taylor ha avuto il bambino e Regan era ancora viva, Taylor ha iniziato a tagliare e tagliare. Non poteva essere lasciata in vita. Non è stata una morte rapida. Ha continuato a tagliare. Non credo che Regan sarebbe morta abbastanza in fretta per Taylor uscire da lì e continuare i suoi piani.

La fase di condanna dovrebbe iniziare il 12 ottobre. Sebbene i giurati possano scegliere una condanna all’ergastolo senza condizionale, i pubblici ministeri chiedono la pena di morte.

READ  Con l'intensificarsi della tempesta tropicale Ian, il percorso della Florida rimane incerto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.