Tutti e quattro i paesi si sono schierati con la Russia nel referendum delle Nazioni Unite sull’annessione dell’Ucraina

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha votato mercoledì per condannare l’annessione russa di quattro regioni occupate dell’Ucraina durante la guerra, ma quattro paesi si sono schierati con la Russia nel voto.

Dei 193 membri dell’organismo delle Nazioni Unite, 143 hanno votato a favore della risoluzione che criticava i “referendum illegali” della Russia, con 35 astenuti. Aggiornamento.

Siria, Corea del Nord, Bielorussia e Nicaragua si sono unite alla Russia come i cinque voti dissenzienti.

Il club opposto è quasi lo stesso Cinque voti a marzo Contro la risoluzione che condanna l’aggressione russa in Ucraina: Siria, Corea del Nord e Bielorussia si sono unite alla Russia.

L’Eritrea ha votato contro la condanna dell’invasione a marzo, mentre il Nicaragua ha votato contro l’annessione mercoledì.

La risoluzione appena approvata chiede agli Stati membri delle Nazioni Unite di non riconoscere la mossa di annessione della Russia e di revocare le pretese della Russia sulla terra ucraina.

La controversa mossa della Russia di annettere parti dell’Ucraina e il referendum controllato dalla Russia arriva in mezzo a diverse battute d’arresto sul campo di battaglia, inclusa una controffensiva dell’Ucraina che ha costretto le truppe russe al confine in alcune aree.

Gli Stati Uniti e i loro alleati hanno funzionato Raccogli supporto Prima del voto sulla risoluzione, la Russia spera di ottenere almeno altrettanti voti a sostegno dei 100 voti che hanno sostenuto la risoluzione del 2014 contro l’annessione della Crimea.

READ  Boris Johnson e notizie del governo del Regno Unito: aggiornamenti in tempo reale

Il sostegno schiacciante per un voto all’inizio di quest’anno per condannare l’occupazione indica che il sostegno internazionale all’Ucraina non ha perso terreno mentre il conflitto continua nel suo settimo mese.

Cina, India, Sud Africa e Pakistan tra i 35 si sono astenuti dal voto di mercoledì.

Il presidente Biden ha recentemente tenuto colloqui con il primo ministro indiano e il presidente del Sud Africa, nonché con altri leader stranieri che non sono saldamente allineati a sostegno dell’Ucraina, nel tentativo di rafforzare la loro posizione contro la Russia. Il Washington Post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.