Peter Navarro, ex consulente aziendale di Trump, è stato accusato di oltraggio al Congresso

Segnaposto quando vengono caricate le azioni dell’articolo

La magistratura ha annunciato venerdì che Trump è stato accusato di due capi di imputazione per oltraggio al Congresso nei confronti dell’ex funzionario della Casa Bianca Peter Navarro dopo aver rifiutato di conformarsi al comitato della Camera Sapona che indaga sull’attacco del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti. La settimana successiva l’audizione pubblica andò in onda in televisione.

Navarro, che era un consulente aziendale del presidente Donald Trump, ha anche rivelato di aver ricevuto un’ampia giuria sapona nell’ambito di un’indagine giudiziaria sulla questione. Un caso che ha presentato martedì contro la presidente della Camera Nancy Pelosi (D-California) e il comitato bipartisan della Camera. Navarro, che ha archiviato il caso da solo senza un avvocato, non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Secondo l’accusa di sette pagine, Navarro, 72 anni, è accusato di essersi rifiutato di comparire in un caso di oltraggio e un altro di aver rifiutato di presentare documenti alla commissione. Le accuse contro Navarro, il secondo ex consigliere di Trump a dover affrontare accuse penali in relazione al rifiuto del comitato, riflettono le accuse avanzate dal consiglio e depositate dai pubblici ministeri statunitensi a novembre. L’ex consigliere della Casa Bianca Stephen K. BananoDopo che ha anche rifiutato di comparire davanti al comitato o di presentare documenti.

L’accusa è stata ritirata giovedì e il sigillo è stato rimosso venerdì e Navarro dovrebbe comparire per la prima volta nel tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia questo pomeriggio.

Richiedendo documenti e testimonianze a un ex consulente aziendale che ha scritto e discusso pubblicamente di un tentativo di escogitare una strategia per ritardare o modificare la certificazione delle elezioni del 2020, gennaio 2020. 6 Il 9 febbraio il Comitato ha citato in giudizio Navarro.

Con le udienze pubbliche della giuria che inizieranno il 9 giugno, l’incriminazione di Navarro non è tenuta a dare conclusioni definitive al rapporto finale della giuria prima delle elezioni di novembre. Il disprezzo del Congresso comporta una sanzione penale e fino a un anno di carcere, ma non obbliga un individuo a parlare. Gli analisti legali hanno affermato che il Congresso potrebbe citare in giudizio Navarro per disprezzo civile e cercare di forzare quella decisione, sperando che sarebbe stato incarcerato fino a quando non avesse collaborato.

READ  La città identifica un vigile del fuoco morto nel crollo di un edificio a North Billy

Nella sua sapona, il comitato di selezione ha affermato di avere motivo di ritenere che Navarro avesse informazioni relative alla sua indagine. Navarro, che è stato consigliere del presidente su varie politiche commerciali e produttive, è cittadino individuale da quando ha lasciato la Casa Bianca il 20 gennaio 2021.

Il consigliere di Trump Peter Navarro ha pubblicato un libro in cui ha pubblicato un piano per mantenere Trump in carica. (Video: Monica Rodman, Sarah Hashimi / The Washington Post)

Steve Bonan è stato incriminato dopo aver rifiutato di conformarsi alla sapona del comitato il 6 gennaio

I pubblici ministeri affermano che Navarro non ha contattato il gruppo dopo aver ricevuto Sapona. Il giorno dopo la scadenza del 23 febbraio per i documenti, Navarro ha inviato un’e-mail al promemoria del gruppo: “Il presidente Trump ha privilegi amministrativi in ​​questa materia … ho le mani legate di conseguenza”, si legge nell’atto d’accusa. .

Quando il comitato ha affermato che molti argomenti non sollevavano problemi di privilegi amministrativi, Navarro ha risposto il 28 febbraio che l’offerta “non era mia da evitare” e che il comitato avrebbe dovuto negoziare direttamente con Trump e i suoi avvocati.

Sia Navarro che Bannon sono stati incriminati da un grande tribunale arbitrale a Washington – una mossa rara da parte della magistratura per massimizzare le conseguenze di una controversia che ha coinvolto il Congresso per aver presentato accuse penali.

Il dipartimento non ha ancora agito in base alle raccomandazioni del Congresso sulle accuse contro l’ex amministratore delegato di Trump, Mark Meadows, e il capo delle comunicazioni Daniel Scovino Jr.

I legislatori del comitato del 6 gennaio hanno espresso pubblicamente e privatamente frustrazione per il ritardo nel processo decisionale del procuratore generale Merrick Garland, soprattutto in relazione a Meadows, che ha votato per il disprezzo della Camera nel dicembre dello scorso anno.

READ  Nome delizioso ma ribattezzato Big Mac I ristoranti McDonald's non hanno aperto in Russia

È probabile che la decisione di venerdì aggiorni la considerazione dei misteri politici e legali sulle raccomandazioni di disprezzo criminale contro alcuni degli stretti collaboratori dell’ex presidente. I legislatori e gli investigatori del comitato sono giunti a considerare Meadows come una figura centrale nello sforzo di Trump durato mesi per cambiare i risultati elettorali e in precedenza hanno espresso preoccupazione per il fatto che il ritardo di Carland potesse ostacolare il loro lavoro.

Tuttavia, a differenza di Bonan e Navarro, che hanno lasciato la Casa Bianca prima delle elezioni del 2020, Meadows e Scavino sono rimasti con Trump durante gli eventi del 6 gennaio e hanno rafforzato i loro privilegi esecutivi fino a quando non si è dimesso poco dopo che il presidente Biden è entrato in carica nello stesso mese. Politica giudiziaria.

I presidenti generalmente hanno cercato di proteggere gli attuali ed ex assistenti dal testimoniare davanti al Congresso e la magistratura ha rifiutato di perseguire procedimenti penali contro attuali ed ex funzionari nella storia recente in seguito ai risultati del Congresso.

Nel 2008, ad esempio, il Dipartimento ha respinto le accuse contro il CEO del presidente George W. Bush Joshua Bolton e l’ex consigliere della Casa Bianca Harriet Myers, che si sono opposti alle saponie per le controverse dimissioni forzate degli avvocati statunitensi durante il mandato della coppia. Nel 2012, il dipartimento ha rifiutato di perseguire una causa per diffamazione contro il procuratore generale Eric Holder per essersi rifiutato di modificare alcuni documenti relativi allo scandalo Fast & Furious, una cattiva condotta da tiro.

Banan, che si è dichiarato non colpevole, non è stato processato fino a metà luglio.

gen. All’interno del 6° Comitato, le questioni chiave sono allo studio

In una lettera all’originale Navarro Sapona, il presidente del comitato ristretto, Rep. Penny G. Thomson (D-Miss.) Ha citato notizie secondo cui aveva co-creato e implementato un piano con l’ex consulente aziendale di Trump Steve Bannon e altri. Ritardare la certificazione del Congresso ed eventualmente modificare l’esito delle elezioni presidenziali del 2020.

READ  Jennifer Lopez afferma che condividere il Super Bowl con Shakira è "l'idea peggiore del mondo"

La lettera citava l’ultimo libro di Navarro, in cui descriveva quella che chiamava “The Green Bay Sweep”, che descriveva come “l’ultima grande opportunità per strappare un’elezione rubata dalle fauci della frode democratica”.

Il rapporto Navarro è stato pubblicato online, affermando ripetutamente che “molte accuse di frode elettorale sono state screditate”.

Navarro ha detto nel suo caso contro Pelosi e il gruppo che era stato incaricato di testimoniare davanti a un grande tribunale arbitrale il 2 giugno.[a]Ll documenti relativi a Sapona datati 9 febbraio 2022, tra cui “ha ricevuto dal consiglio”, ma non solo [former president] Trump e/o il suo consigliere o rappresentante”.

“Come mostrato in questa sintesi, la prerogativa esecutiva esercitata dal presidente Trump non è mia, né lascerà Joe Biden”, ha ribadito Navarro nel caso. “Al contrario, come il comitato, l’avvocato americano ha obblighi costituzionali e procedurali da negoziare prima che io compaia. [the grand jury] Non con me, ma con il presidente Trump e i suoi avvocati, sono vincolato dal privilegio che questo Grand Jury Sapona non abbia rispettato questi negoziati e la guida del presidente Trump.

In un annuncio del tribunale giovedì, il giudice distrettuale degli Stati Uniti, Randolph D. Moss, in conformità con le regole del tribunale, è stato nominato dal giudice distrettuale capo della DC Perry A. Il Gran Giurì sotto il sigillo di Howell ordinò a Navarro di presentare qualsiasi sfida a Sapona. Moss ha detto a Navarro di chiarire le basi di qualsiasi altra affermazione, come la legittimità del comitato ristretto della Camera o il potere di rinunciare al privilegio esecutivo esercitato dal predecessore di Piton.

Felicia Sonmez ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.