L’Ucraina avverte di ulteriori attacchi alle infrastrutture, il sindaco esorta Kiev a prepararsi al peggio

  • La Russia potrebbe preparare attacchi ai siti energetici – Zelenskiy
  • 4,5 milioni di ucraini sono senza elettricità alla fine dell’inverno
  • L’aiutante di Biden tiene colloqui con alti funzionari russi
  • Gli Stati Uniti esortano l’Ucraina ad essere aperta ai colloqui con la Russia – rapporto

KIEV/WASHINGTON, 7 nov (Reuters) – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky domenica ha messo in guardia contro ulteriori potenziali attacchi russi alle infrastrutture energetiche, mentre il sindaco di Kiev ha esortato i residenti a prendere in considerazione l’idea di prepararsi a evacuare temporaneamente se la capitale dovesse perdere acqua ed elettricità.

In regolari commenti notturni, Zelensky ha affermato che la Russia stava “accumulando forze e mezzi per lanciare di nuovo massicci attacchi alle nostre infrastrutture. Prima di tutto, l’energia”.

Più di 4,5 milioni di consumatori erano già senza elettricità, ha aggiunto, tra le preoccupazioni che l’impatto della guerra sui prezzi dell’energia e dei generi alimentari per l’Ucraina potrebbe aumentare con il passare dell’inverno.

Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha visitato Kiev venerdì per promettere il sostegno “incrollabile e incrollabile” di Washington all’Ucraina e ha tenuto colloqui segreti con funzionari russi per evitare un’ulteriore escalation, ha affermato domenica il Wall Street Journal.

La notizia di quei contatti ha fatto seguito alla notizia che Washington stava esortando Guy a segnalare l’apertura ai colloqui con la Russia.

Il consigliere presidenziale Mykhailo Podolyak ha affermato in precedenza su Twitter che l’Ucraina si è “in piedi” nonostante gli attacchi russi alle sue infrastrutture energetiche organizzando le difese aeree, proteggendo le infrastrutture e migliorando i consumi.

Il paese ha dovuto affrontare una carenza del 32% nella fornitura di elettricità lunedì, ha dichiarato sulla sua pagina Facebook Sergey Kovalenko, amministratore delegato di YASNO, il principale fornitore di energia della capitale.

READ  Elon Musk inizia ad addebitare agli utenti di Twitter $ 7,99

Gli avvertimenti sono seguiti ai commenti del sindaco di Kiev Vitaly Klitschko che esortava i residenti a “considerare tutto”, incluso lo scenario peggiore della capitale che perde elettricità e acqua.

I residenti dovrebbero considerare di “trascorrere un po’ di tempo” con amici o familiari fuori città, ha detto sabato in un’intervista televisiva, in cui ha accusato il presidente russo Vladimir Putin di prendere di mira deliberatamente le infrastrutture civili.

“La sua missione è farci morire, congelare o lasciare la nostra terra in modo che possa ottenerla. Questo è ciò che l’occupante vuole ottenere”, ha aggiunto Klitschko.

Nel sud, Russia e Ucraina hanno continuato a scambiare accuse mentre l’Ucraina avanzava sulla città di Kherson. Reuters non ha potuto verificare immediatamente gli account del campo di battaglia da nessuna delle due parti.

Il governatore regionale Yaroslav Yanushevich ha affermato che le forze russe hanno distrutto circa 1,5 km di linee elettriche e interrotto i rifornimenti alla città di Perislav.

“Perislaw non avrà elettricità fino a quando non sarà completamente liberata dall’occupazione”, ha scritto Yanushevich sull’app di messaggistica di Telegram, aggiungendo che anche le linee elettriche a Kherson sono state distrutte.

Domenica, i bombardamenti delle forze ucraine hanno danneggiato la vasta diga ucraina Nova Khakovka controllata dalla Russia a monte di Kherson sul fiume Dnipro, hanno affermato le agenzie di stampa russe. Non hanno fornito prove e la Reuters non ha potuto verificare immediatamente i rapporti.

La TASS, di proprietà dello stato russo, ha citato un rappresentante dei servizi di emergenza dicendo che un razzo lanciato da un sistema missilistico HIMARS di fabbricazione statunitense ha colpito e danneggiato la chiusa della diga.

READ  House il 6 gennaio, messaggi di testo presumibilmente cancellati | Attacco al Campidoglio degli Stati Uniti

Il funzionario ha definito l’incidente come un “tentativo di creare una situazione di disastro umanitario” facendo breccia nella diga.

Diplomazia

Gli avvertimenti arrivano quando il Wall Street Journal ha affermato che Sullivan ha avuto conversazioni segrete negli ultimi mesi con l’aiutante del Cremlino Yuri Ushakov e il segretario del Consiglio di sicurezza russo Nikolai Patrushev.

Pochi contatti ad alto livello tra funzionari statunitensi e russi sono stati resi pubblici negli ultimi mesi poiché Washington insiste sul fatto che i colloqui per porre fine alla guerra in Ucraina devono essere tenuti tra Mosca e Kiev.

La Casa Bianca ha rifiutato di commentare il rapporto, rispondendo solo con una dichiarazione del portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale Adrian Watson: “La gente dice molte cose”.

Sabato, il Washington Post ha riferito che gli Stati Uniti stavano apertamente incoraggiando l’Ucraina a negoziare con la Russia, anche se il Dipartimento di Stato ha affermato che Mosca stava intensificando la guerra e non voleva impegnarsi in colloqui di pace.

Citando fonti non identificate, il quotidiano ha affermato che la richiesta dei funzionari statunitensi non era volta a spingere l’Ucraina al tavolo dei negoziati, ma un tentativo calcolato per garantire che Kiev mantenga il sostegno di altri paesi.

Zelenskiy ha firmato il 4 ottobre un decreto in cui dichiarava formalmente “impossibili” i colloqui ucraini con Putin ma lasciando la porta aperta ai colloqui con la Russia.

Il Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca non ha rilasciato commenti immediati sull’accuratezza del rapporto.

Un portavoce del Dipartimento di Stato ha risposto: “L’abbiamo già detto e lo diremo di nuovo: le azioni parlano più delle parole. Se la Russia è disposta a negoziare, deve fermare le sue bombe e missili e ritirare le sue forze dall’Ucraina”.

READ  Annunci in diretta: la guerra della Russia in Ucraina

Rapporto dell’Ufficio Reuters; di Simon Lewis e Simon Cameron-Moore; Montaggio di Diane Croft e Clarence Fernandez

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.