Liz Truss si è dimessa dalla carica di Primo Ministro britannico dopo un disastroso mandato di sei settimane


Londra
CNN

Liz Truss diventerà il primo ministro britannico in carica più breve dopo aver annunciato la sua candidatura Dimettersi Solo sei settimane sarebbero un periodo disastroso per la Gran Bretagna Nel profondo delle turbolenze politiche ed economiche.

Truss ha detto giovedì Ha detto che si sarebbe fatto da parte per eleggere un nuovo leader entro la prossima settimana dopo l’aumento del numero di legislatori del suo stesso partito conservatore.

Questo annuncio porta a una conclusione ingloriosa Periodo di calamità A Downing Street, l’agenda economica di punta di Truss ha mandato nel panico i mercati e ha portato a un calo del valore della sterlina.

C’era un vestito Ha cercato di salvare la sua posizione Cambiando il suo principale e Partner di lunga data Kwasi Kwarteng Insieme a Jeremy Hunt, un convinto sostenitore di Rishi Sunak, che è stato il più grande rivale di Druss nella corsa alla leadership in estate.

Alla fine non è bastato.

Mercoledì, Truss ha perso un altro alto funzionario Segretario degli Interni Suella Braverman Ha drammaticamente lasciato il suo lavoro poche settimane prima di usare la sua lettera di dimissioni per lanciare un violento attacco alla leadership del Primo Ministro.

“L’attività del governo si basa sulle persone che si assumono la responsabilità dei propri errori. Fingere di non commettere errori, comportarsi come se tutti non potessero vedere quello che abbiamo fatto e sperare che le cose migliorino non è una politica seria”, ha scritto Braverman in un critica delle numerose inversioni a U di Truss e della spesa pubblica.

Truss ha annunciato le sue dimissioni a 45 giorni dal suo mandato. George Canning in precedenza deteneva il record per il mandato più breve a Downing Street, servendo per 119 giorni fino alla sua morte nel 1827.

READ  Foto e analisi dei Tony Awards 2022: annunci dal vivo

La sua decisione assicura una nuova lotta di potere all’interno del partito conservatore al potere, che ha dissanguato il sostegno pubblico l’anno scorso e ora ha estromesso Boris Johnson e Truss nel giro di pochi mesi.

All’inizio di quest’anno, il predecessore di Truss, Johnson, è sopravvissuto a un voto di fiducia nella sua leadership. Ma si è dimesso settimane dopo, quando dozzine di ministri e membri del gabinetto se ne sono andati per mancanza di fiducia nel suo governo.

Keir Starmer, leader del partito laburista di opposizione, che ha un enorme vantaggio nei sondaggi d’opinione, ha ripetuto giovedì la sua richiesta di elezioni generali anticipate.

“La Gran Bretagna non può permettersi il pasticcio dei Tory”, ha detto ha scritto su Twitter. “Il mio governo laburista fornirà la stabilità e la leadership necessarie. Per la nostra economia. Per lo sviluppo. Per i lavoratori. Elezioni generali, adesso”.

Anche il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon ha chiesto una votazione anticipata.

“Gli interessi del Partito Tory non dovrebbero interessare nessuno ora. Le elezioni generali sono ora un imperativo democratico”, ha detto Sturgeon disse su Twitter.

Le prossime elezioni generali non sono previste fino a gennaio 2025, ma la prospettiva che la Gran Bretagna veda il suo terzo primo ministro dall’ultimo voto nel 2019 farà pressione sul successore di Truss affinché chieda al pubblico un nuovo mandato.

Questa è una storia di rottura. Verrà aggiornato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.