Le azioni sono scese, con lo yuan cinese che ha superato 7,2 contro il dollaro

La rupia indiana è salita a 81,94 contro il dollaro USA

La rupia indiana ha toccato il minimo storico di 81,940 contro il dollaro USA. È stato scambiato l’ultima volta a 81.905 contro il biglietto verde.

Finora quest’anno il dollaro USA fluttuante si è rafforzato di quasi il 10% rispetto alla rupia indiana.

Il rendimento dei Treasury USA a 10 anni supera il 4% per la prima volta dal 2010

CNBC Pro: CNBC Pro: Credit Suisse afferma che è giunto il momento di acquistare due titoli Green Hydrogen e ne aumenta uno oltre il 200%

Ora è il momento di entrare nel settore dell’idrogeno verde, afferma Credit Suisse, con diversi catalizzatori destinati a guidare l’energia pulita.

“L’idrogeno verde è un mercato in crescita: aumentiamo le stime di mercato per il 2030 [over] 4x”, ha affermato la banca, prevedendo un aumento di circa 40 volte della produzione di idrogeno verde entro il 2030.

Indica due titoli per guidare il rialzo, dandogli un rialzo di oltre il 200%.

Gli abbonati CNBC Pro possono leggere di più qui.

– Weissen Don

Lo yuan cinese è il più debole dal 2008, l’indice del dollaro si sta rafforzando

Offshore e offshore Lo yuan cinese ha superato 7,2 contro il dollaro, il livello più debole dall’inizio del 2008.

L’indice del dollaro USA è salito dello 0,33% a 114,47.

L’inflazione al consumo in Giappone potrebbe rallentare nel 2023: verbale della riunione della BOJ

È probabile che l’inflazione al consumo, esclusi i prodotti alimentari freschi, aumenterà quest’anno, ma il tasso di aumento si attenuerà poi nei prezzi dell’energia, come mostrano i verbali di luglio della Banca del Giappone. disse la folla.

READ  I futures sulle azioni sono leggermente più alti dopo una seconda sessione negativa consecutiva

Escludendo cibo fresco ed energia, è improbabile che l’inflazione raggiunga il 2% nell’orizzonte di proiezione, hanno affermato alcuni membri. Quella lettura dell’IPC era dell’1,6% ad agosto.

“Se i prezzi delle materie prime non continuano a salire, l’inflazione CPI dovrebbe moderare dall’esercizio 2023”, hanno affermato questi membri.

Per quanto riguarda lo yen, un membro del comitato della BOJ ha affermato che un rallentamento dell’economia globale potrebbe allentare la pressione al ribasso sulla valuta se porta a un calo dell’inflazione e dei tassi di interesse a livello globale.

Un altro membro ha affermato che anche lo yen potrebbe apprezzarsi se l’economia globale dovesse affrontare shock.

– Fuori Abigail

CNBC Pro: il gestore patrimoniale rivela quali sono le prospettive per le azioni e condivide il modo in cui opera sul mercato

Neil Veitch, direttore degli investimenti di SVM Asset Management, con sede a Edimburgo, afferma di aspettarsi che il panorama macroeconomico rimanga “molto difficile” per tutto l’anno.

parla CNBC Pro Talk La scorsa settimana, Veitch ha nominato i fattori chiave che hanno contribuito a rendere il mercato azionario “più costruttivo” e ha condiviso la tendenza contro il valore.

Gli abbonati CNBC possono leggere di più qui.

– Javier Ong

Domande sui guadagni, una potenziale recessione significa ancora più vendite

Il Dow e l’S&P 500 sono caduti per sei giorni consecutivi, molti dei quali hanno assistito a una svendita generale in quelli che sono noti come giorni di “washout”.

Questo a volte può essere un segnale di acquisto contrarian a Wall Street, ma molti esperti di investimenti sono scettici sul fatto che il sell-off sia finito. Uno dei motivi è che le aspettative di fatturato per il prossimo anno mostrano una crescita più solida, cosa improbabile in caso di recessione.

READ  Recente guerra Russia-Ucraina e notizie Zhelensky: annunci in diretta

“Se iniziamo a vedere un’inversione di tendenza nel rendimento a 2 anni … e un’inversione di tendenza nel dollaro, sappiamo che ci dà la possibilità di uscire da queste condizioni di ipervenduto”, ha affermato Andrew Smith, chief investment officer. Strategist presso Delos Capital Advisors a Dallas. “Ma sto avendo difficoltà a convincermi che la storia guadagnata sarà buona come ci aspettiamo”.

Inoltre, le mosse drammatiche nei mercati obbligazionari e valutari potrebbero significare “qualcosa è rotto” e potrebbe essere saggio aspettare che queste informazioni emergano, ha affermato Smith.

Sul lato positivo, Smith ha indicato un mercato del lavoro forte e segnali di continua spesa per i viaggi come segnali che l’economia statunitense potrebbe evitare una grave recessione.

– Jesse Pound

I rendimenti a 10 anni degli Stati Uniti chiudono al livello chiave del 4%.

Il Il rendimento del Tesoro a 10 anni è vicino al 4%, Incontaminata dal 2010.

Il americano 10 anni I rendimenti sono la chiave che stabilisce il corso per i tassi dei mutui per la casa e altri prestiti al consumo e alle imprese. Questa settimana è in rialzo a causa dell’aumento dei rendimenti dei gilt britannici e delle aspettative aggressive della Federal Reserve.

Il rendimento è stato del 3,96% negli scambi pomeridiani. Il rendimento a 10 anni ha invertito i precedenti ribassi e ha guadagnato punti base. (Un punto base è uguale a 0,01 di punto percentuale)

“È stato sicuramente interessante e non credo che nessuno sia ancora pronto a scendere e afferrare il coltello”, ha detto Ben Jeffrey di BMO. La mancanza di liquidità spinge al rialzo i rendimenti, che a loro volta spostano i prezzi nella direzione opposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.