I titoli tecnologici Dow, S&P 500 crollano in una sessione volatile

Poiché i timori degli investitori per la crescita economica e l’aumento dei tassi di interesse hanno continuato a pesare sui mercati, gli indici azionari statunitensi sono scesi e le vendite di titoli tecnologici sono aumentate.

L’S&P 500 è sceso dell’1,2% martedì pomeriggio. Il Dow Jones Industrial Average ha perso lo 0,2%, mentre il Nasdaq, ad alto contenuto tecnologico, è sceso del 2,6%.

Gli investitori stanno prendendo in considerazione una varietà di segnali mentre cercano di mappare la traiettoria dell’economia statunitense. Molti sono preoccupati che i piani restrittivi della Federal Reserve per ridurre l’inflazione possano spingere l’economia in recessione.

Le perdite di martedì indicano un netto calo rispetto a lunedì. Quando si mobilitano i codici chiave degli Stati Uniti Dopo una sessione di trading volatile la settimana precedente. Ma era un lunedì in ritardo Avviso profitti e ricavi Dalla società di social media

Affrettato

Ancora una volta ha rovinato il sentimento degli investitori. Il rapporto deludente di martedì ha ulteriormente diluito il lento umore di vendita di case negli Stati Uniti ad aprile.

Martedì pomeriggio le azioni di Snapdragon sono scese del 42% quando gli investitori hanno digerito i commenti secondo cui l’ambiente macroeconomico era peggiore del previsto. Le preoccupazioni per le interruzioni delle entrate pubblicitarie di Snap si sono riverberate su altri titoli tecnologici interessati quest’anno.

Meta piattaforme

9,6% e genitore Google

lettere

È sceso del 6,7%.

Nel frattempo, il capo economista Steven Ricciuto ha affermato che i dati sulle vendite di case, inferiori alle aspettative degli economisti, erano un’altra indicazione del fatto che l’aumento dei tassi della banca centrale stava già rallentando l’economia reale.

READ  Derek Carr sa che i Raiders sono la "sua squadra di football" nonostante l'allenamento di Colin Cabernick, afferma Josh McDaniels

Misuho

Obbligazioni USA.

“Questo è un numero molto debole”, ha detto, aggiungendo che questa tendenza è un segno che sempre più acquirenti di case vengono espulsi dal mercato. Aumenta il tasso di interesse sui mutui.

Le preoccupazioni per un rallentamento della crescita in un contesto di alta inflazione sono state uno degli stimoli che hanno fatto scendere l’S&P 500 del 17% da gennaio a lunedì. Gli investitori stanno ora osservando da vicino se l’S&P 500 entrerà nella regione del mercato ribassista, definita come un calo di almeno il 20% rispetto al recente aumento. Venerdì, l’indice di riferimento si è chiuso prima del mercato ribassista La sessione in ritardo è stata salvata dal rally.

Martedì, i titoli che avevano guadagnato più terreno nell’economia fisica hanno continuato a registrare perdite o guadagni brevi a causa del calo delle grandi società tecnologiche. I settori dei beni di consumo di base, degli alimenti confezionati e dei servizi di pubblica utilità dell’S&P 500 sono solo tre delle 11 componenti dell’indice in territorio positivo.

Tim Courtney, chief investment officer di Exencial Wealth Advisors, ha contestato l’inflazione e la risposta della banca centrale come un’indicazione del fatto che la salute fondamentale dell’economia è una preoccupazione maggiore per molti investitori.

I clienti del Wealth Management hanno affrontato il crollo del mercato azionario quest’anno con un miglioramento, ma poiché i livelli del mercato ribassista si avvicinano all’S&P 500, i loro timori sono aumentati, Mr. ha detto Courtney.

“La scorsa settimana, quando ci siamo avvicinati a quel magico divieto del mercato ribassista, penso che le preoccupazioni abbiano iniziato a crescere”, ha detto.

Ricavi e avvisi deludenti nel panorama aziendale hanno accresciuto i timori.

READ  Almeno 4 persone sono state uccise in un'esplosione in Hale Street a Podstown, in Pennsylvania.

Abercrombie & Fitch

Dopo una perdita nel primo trimestre a causa di costi elevati, martedì è diventato l’ultimo rivenditore a impressionare gli investitori. Le azioni della società sono diminuite del 31%.

Signor di Mizuho. Ricchiuto ha avvertito che le aspettative sugli utili aziendali di Wall Street potrebbero indebolirsi ulteriormente e far scendere i prezzi delle azioni poiché sempre più analisti concordano con il forte impegno della banca centrale nel controllare l’inflazione.

Tuttavia, ci sono barlumi di speranza. Di lunedi,

JPMorgan Chase

Disse I consumatori americani sembrano godere di una buona salute finanziaria. Ma con la rivelazione di un’azienda chiamata Snap, la rappresentazione di quella sanguigna è stata rapidamente bilanciata. Nessun avviso di entrate è stato emesso prima.

“Saremo su questa corsa sulle montagne russe per un po’, con gli investitori che si attengono ancora a punti dati più affidabili e riceveranno nuove delusioni quando si tratta di un’altra lettura della downline”, ha affermato Susannah Streeter, analista di mercato e investimenti senior di Hargreaves Landsdown. . “Non conosciamo ancora il percorso completo degli aumenti dei tassi di interesse o quanto saranno flessibili i consumatori”.

Nonostante le vendite di tecnologia diffuse martedì, ci sono stati punti positivi nel mercato.

Ingrandisci i contatti video

Il servizio di videoconferenza è aumentato del 4,6% dopo l’azienda Ha aumentato la sua prospettiva di profitto.

Martedì le azioni dei titoli tecnologici hanno registrato un rialzo dei titoli di stato per gli investitori, con i rendimenti dell’indice del Tesoro statunitense a 10 anni che sono scesi lunedì al 2,756% dal 2,857%. Il rendimento di un’obbligazione diminuisce all’aumentare del suo prezzo.

L’oro, altro bene rifugio, è salito dello 0,9% a 1.864,70 dollari l’oncia troy.

Lunedì gli operatori hanno lavorato al piano della Borsa di New York.


Foto:

Spencer Flat / Getty Images

Il greggio Brent veniva scambiato a 113,48 dollari al barile, secondo gli standard petroliferi internazionali.

“I prezzi del petrolio sono leggermente diminuiti a causa della crescita globale, che non è un indicatore importante della salute dell’economia globale”.

In Europa, il Pan-continental Stoxx Europe 600 ha perso l’1,1%. In Asia, Hong Cheng di Hong Kong è sceso dell’1,7%. Il giapponese Nikkei 225 ha perso lo 0,9%, mentre la cinese di Shanghai ha perso lo 2,4%.

Scrivi a Caitlin McCabe a [email protected] e Matt Grossman a [email protected]

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.