I lavoratori Apple a Dawson, nel Maryland, votano per il sindacato

Segnaposto quando vengono caricate le azioni dell’articolo

Sabato, i lavoratori Apple nell’area di Baltimora hanno votato per aderire al sindacato, la prima volta che l’azienda tecnologica ha colpito i negozi al dettaglio negli Stati Uniti.

Il referendum si riferisce ai lavoratori di Towson, Md. Il conteggio di apertura sabato sera era 65-33, con il conteggio ufficiale in sospeso.

Il mese scorso, i lavoratori e l’IAM hanno inviato la loro intenzione al CEO di Apple Tim Cook di semplificare AppleCore come consorzio di dipendenti al dettaglio organizzati.

Il referendum fa parte di un’ondata organizzativa che sta investendo la nazione, con i lavoratori sempre più uniti per pagare salari più alti, migliori benefici e una maggiore contrattazione con i loro datori di lavoro durante le epidemie. A New York, il primo magazzino Amazon ha votato per formare un sindacato in primavera. Dozzine di negozi Starbucks in tutto il paese si sono fusi e i movimenti sindacali sono stati spinti nel rivenditore esterno REI e nel software Raven del produttore di videogiochi.

L’Apple Store nel Maryland si è classificato terzo a lanciare Union Drive

Billy Jarboe, un dipendente di Towson Apple e organizzatore sindacale, ha affermato che la campagna di Apple per minare lo sforzo normativo “certamente ha scosso le persone”, ma che la maggior parte dei sostenitori del sindacato era forte.

“Sono felice di entrare in una nuova era di questo tipo di lavoro, che spero crei una scintilla. [and] Altri negozi possono sfruttare questo slancio “, ha detto Jarbo in un discorso dopo la chiusura delle urne sabato.

Tre dipendenti Apple hanno affermato che il movimento sindacale ha perso alcuni dei suoi sostenitori nel mezzo di una campagna aziendale per costringere i lavoratori a non organizzarsi.

READ  Gemelli, Byron Buxton ottiene il primo triple play 8-5 nella storia della MLB contro i White Sox

Eric Brown, che lavora al Dawson Apple Store, ha dichiarato: “Ci sono molte persone a cui salutare… sono sicuramente attratte da alcune persone che all’inizio pensavamo fossero sostenitori.

Brown ha detto che sono stati in grado di affrontare quelle tattiche perché gli organizzatori di una campagna abbandonata ad Atlanta hanno dato la priorità a cosa aspettarsi.

“Ci hanno fatto sapere quali sarebbero stati alcuni punti di discussione e tattiche e siamo stati in grado di far sapere alle persone alcune delle cose che potevano provare”, ha detto.

Il portavoce di Apple Josh Lipton ha rifiutato di commentare dopo il voto.

Circa 20 dipendenti Apple sono arrivati ​​​​al Dawson Town Center sabato sera, alcuni dei quali erano nella stanza durante il conteggio dei voti. Successivamente, il portavoce dell’IAM Dylan Adams ha detto che il gruppo è andato al parcheggio del centro e ha applaudito alla presenza dei membri dell’IAM.

“Apprezzo il coraggio mostrato dai membri Core all’Apple Store di Dawson per ottenere questo successo storico”, ha dichiarato il presidente di IAM International Robert Martinez Jr. in una dichiarazione dopo il voto. “Hanno fatto un enorme sacrificio per le migliaia di dipendenti Apple in tutto il paese che avevano tutti gli occhi puntati su queste elezioni”.

I lavoratori stanno cercando di organizzare almeno due sedi di Apple Store, di cui una a New York e una ad Atlanta. È diventato il primo posto Lì i lavoratori hanno depositato documenti presso il National Labor Relations Board. Ma gli operatori delle comunicazioni statunitensi hanno ritirato la loro richiesta di elezioni lì il mese scorso, con Apple che ha affermato in una dichiarazione che “le ripetute violazioni del National Labor Relations Act hanno reso impossibili elezioni libere ed eque”.

READ  Dow Jones Futures Fall Fall Target innesca la svendita; C'è una probabilità del 90% di farlo in un rally di mercato

A quel punto il comitato organizzatore ha inviato un messaggio ai lavoratori del negozio, ripristinandolo e dicendo “questa lotta continuerà”.

Rebecca Given, professore associato di ricerca sul lavoro presso la Rutgers University, ha affermato che la decisione di sabato è stata un enorme successo per i lavoratori nei settori della tecnologia e della vendita al dettaglio, in particolare per i dipendenti Apple al di fuori di Dawson.

“Vedremo sicuramente i lavoratori Apple in tutto il paese avvicinarsi a questi lavoratori per saperne di più su come farlo”, ha affermato. “Per capire come hanno ottenuto un successo così straordinario.”

Molte aziende, tra cui Amazon e Apple, sono state accusate quest’anno di “spezzare il sindacato” o di utilizzare tattiche per incoraggiare o intimidire i lavoratori affinché si uniscano ai sindacati. (Il fondatore di Amazon Jeff Bezos è il proprietario del Washington Post.)

Dipendenti dell’Apple Store a New York Ha detto che alcuni lavoratori sono stati messi da parte dai dirigenti quest’anno e hanno tenuto un discorso sui pericoli della sindacalizzazione. Durante gli incontri, i dirigenti hanno avvertito che la sindacalizzazione avrebbe perso vantaggi come la possibilità di lavorare presso la sede centrale di Apple.

Da Amazon ad Apple, i giganti della tecnologia stanno tornando alla rottura del sindacato della vecchia scuola

Apple, che ha più di 270 punti vendita al dettaglio nel paese, cita commenti precedenti sugli sforzi sindacali.

“Siamo fortunati ad avere membri del team di vendita al dettaglio incredibili e apprezziamo profondamente tutto ciò che portano ad Apple”, ha affermato Lipton in una dichiarazione prima del voto. “Siamo lieti di offrire compensi e vantaggi molto elevati ai dipendenti a tempo pieno e part-time, tra cui assistenza sanitaria, rimborso delle tasse scolastiche, nuovo congedo parentale, congedo familiare retribuito, stipendio annuale e molti altri vantaggi”.

READ  La tempesta di citazioni del Dipartimento di Giustizia amplia i potenziali problemi legali di Trump

L’Apple Store di Atlanta ha prima presentato istanza di costituzione di un sindacato

I lavoratori di Dawson hanno dichiarato al Washington Post il mese scorso che speravano di creare un sindacato che desse loro un posto nel programma, nella retribuzione, nelle misure di protezione dal virus corona e altro ancora. Alcuni hanno affermato che Apple era troppo tardi per aumentare i salari e che avrebbe dovuto dare ai negozi privati ​​un maggiore controllo sui loro sistemi di pianificazione invece di avere il controllo sull’ufficio dell’azienda.

“Ho sempre avuto l’istinto di valutare più di quanto venissi ricompensato, ed è questo che mi ha aiutato ad aprirmi al governo: quanto ero preoccupato per questo”, ha detto Jarbo, un dipendente Apple e organizzatore sindacale. Detto al Post Al momento.

“Stasera festeggiamo. Ci stiamo divertendo”, ha detto Chaya Barrett, che lavora presso il negozio Dawson. மக்கள் Anche le persone che hanno votato no, vogliamo essere parte di questa negoziazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.