House il 6 gennaio, messaggi di testo presumibilmente cancellati | Attacco al Campidoglio degli Stati Uniti

Il comitato ristretto della Camera che indaga sugli attacchi alla capitale ha citato in giudizio i servizi segreti statunitensi per i messaggi di testo del 5 e 6 gennaio 2021.

La citazione emessa venerdì scorso – la prima per un’agenzia del ramo esecutivo – la costringe a produrre messaggi e rapporti di attività relativi all’attacco come parte di una più ampia richiesta di documentazione volta a stabilire le circostanze che hanno distrutto determinate comunicazioni e ad ottenerle. sarà

In una lettera al direttore dei servizi segreti James Murray, il presidente del comitato ristretto, il membro del Congresso Penny Thompson, ha indicato che l’agenzia che protegge il presidente e il vicepresidente potrebbe rilasciare i messaggi pronunciati dalla sua portavoce. Nessuno dei testi in questione è andato perso.

La rivelazione che i messaggi tra gli agenti dei servizi segreti il ​​giorno prima e dopo l’attacco alla capitale sono stati distrutti in un “programma di scambio di dispositivi” è arrivata in una lettera al Congresso dell’ispettore generale del Dipartimento per la sicurezza interna, il cane da guardia dei servizi segreti. .

Venerdì mattina, l’ispettore generale Joseph Gaffari ha presentato una denuncia al comitato ristretto dei servizi segreti per condurre una revisione interna della risposta dell’agenzia, invece di ostacolare i rapporti del 6 gennaio dopo l’azione. Ispezione interna che.

In quel briefing con l’ispettore generale, il comitato ristretto ha ascoltato la storia dei servizi segreti su come i testi sono andati perduti e hanno continuato a cambiare. Inizialmente, ha detto la fonte, si sarebbe detto che Gaffari si fosse perso durante un aggiornamento del software; Successivamente, è stato informato durante il processo di trasferimento dei cellulari ai dipendenti dell’agenzia.

La citazione per i testi e gli eventuali rapporti post-azione – come evidenziato, il comitato potrebbe sospettare – mirano a ottenere i testi che non sono andati perduti e quelli che sono andati perduti sono stati distrutti.

6 gennaio Gli investigatori, insieme a Cuffari, stanno anche esaminando se i testi mancanti possono essere ricostruiti utilizzando strumenti forensi a disposizione delle forze dell’ordine federali, secondo quanto riferito per la prima volta dal Guardian.

I testi erano importanti per gli investigatori il 6 gennaio perché i servizi segreti hanno svolto un ruolo chiave nell’impedire a Donald Trump di visitare il Campidoglio quel giorno e, secondo il gruppo, volevano rimuovere l’allora vicepresidente Mike Pence dal complesso.

Gli analisti ritengono che i discorsi del giorno dell’attacco al Campidoglio del 6 gennaio potrebbero far luce su come i servizi segreti dovrebbero muovere Donald Trump e Mike Pence, mentre i discorsi del giorno prima potrebbero far luce su come sono stati sviluppati i piani di sicurezza, le fonti disse. .

Giorni prima dell’attacco al Campidoglio, i servizi segreti hanno valutato che la sicurezza di Trump non poteva essere garantita se avesse visitato il Campidoglio il 6 gennaio, e una persona che ha familiarità con il rapporto ha detto al personale senior della Casa Bianca.

Il giorno dell’attacco al Campidoglio, i servizi segreti hanno svolto un ruolo chiave nell’impedire a Trump di visitare il Campidoglio, guidando in direzione ovest dopo il suo discorso all’Ellisse, secondo la testimonianza dell’ex aiutante della Casa Bianca Cassidy Hutchinson.

Il team ritiene che i messaggi di testo dei servizi segreti forniranno una registrazione dei piani di sicurezza per il 6 gennaio. Non è chiaro se i discorsi provenissero da Anthony Ornado, un ex agente diventato vicepresidente della Casa Bianca, e Bobby Engel, il capo dello staff di Trump. Nei messaggi cancellati durante il “programma di sostituzione del dispositivo”.

READ  Lo chiamano "The Hole": gli ucraini descrivono l'orrore dell'occupazione di Kherson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.