Gli Utah Jazz scambiano Rudy Gobert con i Timberwolves

Gli Utah Jazz stanno facendo una grande mossa, con la costruzione di intrighi per tutto il venerdì che i dirigenti della lega stanno iniziando a credere che la squadra sarà fatta a pezzi e ricostruita.

Quando finalmente è arrivata la mossa, non è stato un grosso problema. È stato un terremoto.

Adrian Wojnarowski di ESPN riferisce che i Jazz stanno scambiando una delle loro pietre miliari, il centro All-NBA e il tre volte Difensore dell’anno Rudy Gobert, con i Minnesota Timberwolves.

In cambio, lo Utah riceverà l’ala bidirezionale Malik Beasley, la guardia orientata alla sicurezza Patrick Beverley, gli attaccanti Jarrett Vanderbilt e Leandro Bolmaro, il centro esordiente Walker Kessler (22° scelta nel Draft NBA 2022) e quattro futuri primi round. selezione.

Quelle scelte saranno scelte non protette dai Lupi nel 2023, ’25 e ’27 e una delle prime cinque scelte protette nel 2029. Se il Minnesota finisce con un brutto record nel 2026, il Jazz potrebbe anche scegliere di utilizzare un grande scambio.

Gobert e la guardia stellare Donovan Mitchell sono stati i fulcri dello Utah negli ultimi cinquant’anni. Tuttavia, mentre i Jazz si sono qualificati per i playoff NBA in ciascuna delle ultime sei stagioni, la squadra non ha mai superato il secondo turno.

Una squadra che ha vinto 2-0 in serie sui Clippers nelle semifinali della Western Conference 2021 senza la superstar infortunata Kawhi Leonard è stata poi eliminata al primo turno quest’anno dai Dallas Mavericks senza la guardia All-NBA Luka Doncic. I giochi hanno avuto l’effetto di rendere incerto il futuro dello Utah.

La squadra cercherà di cambiare le parti intorno a Gobert e Mitchell? O optare per un cambiamento più drastico?

Le mosse del mese scorso ora rappresentano quest’ultima opzione.

Ai primi di giugno, testa L’allenatore Quin Snyder si è dimesso dopo otto anni Al timone, ha detto che sentiva che era giunto il momento per la squadra di avere una nuova voce.

All’inizio di questa settimana, il Il Jazz ha accettato un contratto quinquennale con l’assistente dei Celtics Will Hardy – Il contratto per il primo allenatore è stato considerato insolitamente lungo, creando la speculazione sul fatto che la squadra stesse dimostrando impegno nei suoi confronti con un grande cambiamento in arrivo.

Giovedì è stata aperta la free agency, il front office dello Utah Royce O’Neal, un forte tiratore da 3 punti e miglior difensore perimetrale della squadra, è stato ceduto ai Brooklyn Nets. 2023 per la selezione del primo turno. Presenti anche il CEO Danny Ainge e il direttore generale Justin Janik Juanjo ha deciso di non mantenere Hernangomez E si è rifiutato di farlo Offerte di merito a Eric Paschall e Trent Forrest.

READ  Avviso di ultima chiamata: queste 28 offerte Amazon Prime Day in anticipo scadono stasera

Venerdì mattina, la personalità di ESPN e insider dell’NBA Brian Windhorst ha intrapreso una lunga e misteriosa tangente televisiva. I dirigenti della Lega hanno detto: “Perché i Jazz dovrebbero farlo?”

La risposta è arrivata ore dopo.

Tre volte All-Star, tre volte TPOY, una volta All-NBA Second Team e tre volte All-NBA Third Team, Gobert è stato con il Jazz dal 2013.

Fu selezionato con la scelta n. 27 nel draft di quell’anno dai Denver Nuggets, che cedettero i suoi diritti al draft con lo Utah. Quell’anno il direttore generale dei Nuggets era Tim Connelly, che aveva appena assunto una nuova posizione come presidente delle operazioni di basket dei Timberwolves.

Nella sua carriera, Gobert ha segnato una media di 12,4 punti, 11,7 rimbalzi e 2,1 stoppate a partita con il 65,3% di tiri a canestro. Tuttavia, negli ultimi anni, è diventato uno dei migliori giocatori del campionato. Nella stagione 2021-22 ha guidato la NBA in rimbalzi (14,7) e FG% (71,3%), con una media di 15,6 punti e 2,1 stoppate.

Mentre è diventato amato dai fan della squadra per aver appoggiato quasi da solo una difesa priva di tappi perimetrali, il suo tempo nello Utah non è stato privo di controversie, sia per la sua crescita e miglioramento anno dopo anno che per il suo esuberante e rilassato atteggiamento. .

Lui e Mitchell hanno combattuto notoriamente nei primi giorni della pandemia di coronavirus nel 2020. L’NBA è andata in pausa di un mese dopo che Gobert è diventato il cosiddetto “Paziente Zero” della lega, il primo giocatore a risultare positivo al Covid-19. Mitchell era furioso quando è diventato il secondo a risultare positivo il giorno successivo, accusando il suo compagno di squadra di essere inflessibile e negligente.

READ  Elon Musk ritira un accordo da 44 miliardi di dollari su Twitter

Sebbene i due alla fine abbiano riparato quella che l’Atletica chiamava una relazione “irrecuperabile”, la premessa della tensione tra loro non è mai stata completamente dissipata.

In effetti, la scorsa stagione, quando il Jazz ha lottato con gli infortuni, ha perso gran parte di gennaio a causa di un focolaio di Covid e di vittorie consecutive a due cifre, tutte combinate per incombere sulla squadra come una nuvola nera. Sono comparsi segni di tensione.

Quando Gobert è tornato dalla sua assenza legata al Covid, Ha fatto saltare in aria la difesa della squadra senza di lui, il rivale dei Phoenix Suns, Devin Booker, ha preso un colpo morbido contro Mitchell, notando che ha “scosso il culo” in difesa. Meno di due mesi dopo, Mitchell ha restituito il favore dopo la sconfitta a Dallas. La guardia è andata a segno dopo che Gobert ha saltato la partita per un infortunio al piede Apprezzare i “ragazzi adatti”.

Allora, dove va il Jazz da qui?

Altre mosse in arrivo. Resta da vedere cosa riserva il futuro di Mitchell: se il team vuole costruire un nuovo nucleo attorno a lui come una stella solitaria, o se viene mandato a prendere un’altra scelta, iniziando una ricostruzione completa. Altri pezzi di rotazione Jazz come Bojan Bogdanovic, Mike Conley e Jordan Clarkson sono stati coinvolti in trattative commerciali in questa bassa stagione.

La squadra è destinata a fare alcune mosse molto significative la prossima stagione, poiché l’esperto di tetto salariale di HoopsHype Yossi Goozlan ha notato che la squadra potrebbe ora avere più di $ 40 milioni di spazio sul tetto salariale nel 2023.

Nel frattempo, la squadra ora ha una futura scelta al primo turno, oltre a un pezzo mobile in Beverley, alcuni giovani talenti in Beasley e Vanderbilt e i giovani e non provati Flyers in Kessler e Bolmaro.

L’aggiunta di Gobert a una squadra del Minnesota che era già considerata una giovane squadra emergente sarebbe una mossa rischiosa, restituendo le scelte al draft come il principale ritorno di un tale scambio. scegli Anthony Edwards) probabilmente per garantire che nessuna di queste scelte finisca per essere migliore delle scelte degli anni ’20.

READ  L'uragano Agatha atterra in Messico

Tuttavia, la storia di Ainge come GM e presidente dei Celtics illustra la sua volontà di accumulare tali scelte, sperando che si trasformino in risorse preziose. I Jazz, che hanno ceduto il primo round di quest’anno a Memphis in un accordo per acquisire Conley, hanno in gran parte evitato le scelte precedenti, una futura prima per Oklahoma City a liberarsi del cattivo contratto di Derrick Favors e convincere le altre squadre ad accettare il contratti indesiderati di diversi giocatori secondari, Ed Davis e Tony Bradley.

Per quanto riguarda i giocatori che il Jazz ha ottenuto in questo accordo…

Beverley è un placcaggio difensivo di 33 anni, 6 piedi-1 che in precedenza ha giocato a livello di squadra all-difensiva, ma potrebbe esserlo meno ora. Ha segnato una media di 8,8 punti, 4,3 rimbalzi, 3,5 assist e 1,1 palle rubate e ha tirato il 37,8% da 3 punti.

Beasley è un’ala 6-4 che ha segnato una media di 19,9 punti nel 2020-21. La scorsa stagione ha spostato di una posizione dal ruolo di titolare, con una media di 12,1 punti a partita. Il 25enne è un tiratore del 38,6%.

Vanderbilt è un attaccante 6-9, 214 libbre che ha iniziato 67 partite per i Wolves la scorsa stagione. Il 23enne ha una media di 6,9 punti e 8,4 rimbalzi con il 58,7% di tiri dal campo.

Bolmaro è stato selezionato al primo turno del draft 2020, 23° assoluto. L’ala argentina (6-6, 200) non è arrivata in NBA la scorsa stagione, giocando con parsimonia, con una media di 1,4 punti e 1,1 rimbalzi in 6,9 minuti a partita in 35 presenze.

Nel frattempo, Kessler è stato considerato il miglior centro difensivo del basket universitario la scorsa stagione. Dopo aver giocato un ruolo limitato come matricola al North Carolina, si è trasferito ad Auburn, dove ha ottenuto una media di 11,4 punti, 8,1 rimbalzi e 4,6 stoppate a partita. Mentre il 7-1, 245 libbre è considerato un eccellente protettore del cerchio drop-pick, non è considerato avere molte capacità di transizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.