Aggiornamenti in tempo reale: la guerra della Russia in Ucraina

Un diplomatico russo ha suggerito che il suo paese potrebbe abbandonare un accordo che avrebbe consentito le esportazioni di grano dall’Ucraina attraverso il Mar Nero. Secondo Reuters.

“Esportazioni di cereali e fertilizzanti russi: se non succede nulla dalla parte russa dell’accordo, perdonaci, dovremo guardare le cose dall’altra parte”, ha detto a Reuters Gennady Kadilov, ambasciatore russo all’ONU a Ginevra.

Alla domanda giovedì se la Russia rinuncerebbe al rinnovo dell’accordo, Katilov ha dichiarato: “C’è una possibilità… Non siamo contrari alla consegna di grano, ma questo accordo deve essere equo, deve essere attuato in modo equo da tutte le parti .”

A luglio l’ONU e Turchia Ha fatto un grosso problema Tra Ucraina e Russia, hanno promesso di bloccare i porti sul Mar Nero per il passaggio sicuro di grano e semi oleosi.

Tuttavia, Mosca ha ridotto il suo contributo all’iniziativa all’inizio di questo mese. Nella lettera, ottenuta dalla CNN, la Russia ha affermato che ridurrà il numero di squadre di ispezione dispiegate nei porti turchi dove vengono ispezionate le navi cerealicole. La lettera affermava anche che gli ispettori avrebbero terminato la loro giornata lavorativa in anticipo poiché al momento non era stata fornita alcuna indennità per il pranzo.

Una nave per il grano attende nel porto di Odesa, in Ucraina, il 29 luglio.

Da luglio, alle navi che trasportano grano dai porti ucraini è stato consentito un passaggio sicuro attraverso il Mar Nero, ponendo fine a un blocco russo di cinque mesi.

READ  Peloton taglia 500 posti di lavoro, il CEO afferma che ci vorranno 6 mesi per dimostrare che può crescere

L’accordo scade a fine novembre.

Interrogato giovedì sulla possibilità che la Russia se ne vada, il portavoce del Segretario generale delle Nazioni Unite Stephane Dujarric ha affermato che è “importante per il mondo” e che ci sono stati buoni segnali emersi da un incontro tra il presidente russo Vladimir Putin. Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

“Stiamo cercando di ottenere un po’ più di dettagli e daremo seguito a questo”, ha detto Dujarric.

Victoria Budenko e Andrew Carey della CNN a Kiev hanno contribuito alla segnalazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.