Fuori Corea 2018

L’Associazione BORA organizza il Fuori Corea 2018, domenica 17 giugno a Vizzolo Predabissi​.
L’iniziativa è rivolta ai cittadini del territorio, in particolare ai giovani, e ha l’obiettivo di rendere più
bello il nostro paese attraverso l’arte e le culture di strada​. Giovani artisti​, ballerini​, giocatori di basket​, dj​, fotografi ​e designer ​daranno vita a un vero e proprio festival hip hop nel centro storico di Vizzolo. Unico del suo genere in tutto il sud Milano, il festival ha come tema il ritorno della fantasia​.

Cos’è il Fuori Corea: il sogno di un ragazzo, un impegno portato avanti nel tempo
Il Fuori Corea nasce due anni fa dalla volontà di un ragazzo vizzolese che sognava di rendere più
bello il suo paese attraverso l’arte urbana. L’Associazione BORA decise di crederci e, dopo due
esperimenti costruiti insieme e che si sono svolti in uno dei parchi comunali di Vizzolo nel 2016 e nel
2017, quest’anno ha deciso di allargare l’evento a tutto il centro storico del paese fino alle sue aree
periferiche​. Ciò è stato possibile grazie alla gentilezza di alcuni cittadini che hanno deciso di donare
i muri delle proprie case per la realizzazione delle opere d’arte e grazie al sostegno
dell’Amministrazione Comunale che ha dato il consenso all’utilizzo di alcuni muri pubblici.

Con l’edizione 2018 del Fuori Corea l’Associazione BORA continua il suo impegno nella promozione
sociale e culturale del territorio vizzolese​. “Il nostro desiderio” dice il presidente di BORA Boris
Privitello, “è quello di costruire insieme ai giovani cittadini, alle istituzioni e alle realtà associative di
Vizzolo un momento di festa ​dove tutti possiamo contribuire a rendere più bello il nostro paese a
partire da quegli spazi che solitamente sono dimenticati – muri ​lasciati grigi, il parco di via
Melegnano​, una volta luogo di ritrovo dei ragazzi di Vizzolo, la zona industriale oltre la via Emilia,
oggi tristemente teatro di prostituzione – e rimettendo al centro i giovani​, che sono il futuro del
paese e che si sono abituati a non viverlo e a non curarsene più per mancanza di opportunità”.

Il programma del Fuori Corea 2018: graffiti, basket, musica, fotografia e ArTour
Nel cuore del paese, nel parco di via Melegnano, ci saranno a partire dalle 17:00 di domenica un
torneo di basket organizzato dalla ASD Nuova Sordiese, ballerini hip hop della Ballet School di
San Zenone che balleranno sulla musica di DJ Browser, live painting ​ad opera di alcuni writer​,
performance di street photography a cura del Foto Club Sud Milano, la presentazione delle nuove
creazioni dei designer ​vizzolesi Empyreon e stand di associazioni locali. Attorno al parco​, nei muri
grigi del centro storico e delle periferie del paese, artisti di calibro nazionale e internazionale
realizzeranno le loro opere. Alle 18:30 partirà dal Parco un ArTour per le vie del paese dove avremo
l’occasione di conoscere gli artisti e le loro opere raccontate in prima persona. Nel corso del tour verrà
inaugurato il muro libero: un dono ​che le due amministrazioni comunali di Vizzolo e Colturano hanno
deciso di fare ai giovani artisti del territorio che d’ora in poi potranno utilizzarlo liberamente.

Una mappa interattiva per il cittadino e il turista che vivono Vizzolo con occhi diversi
Per permettere ai cittadini di Vizzolo e del territorio di vivere il paese con occhi diversi attraverso le
opere che saranno realizzate il 17 giugno, l’Associazione BORA ha realizzato una mappa interattiva
che riporta un itinerario tematico tra le opere, fotografie e curiosità sugli artisti che le hanno realizzate.
La mappa è già online e si arricchirà man mano che le opere verranno realizzate.

Informazioni e contatti
email: [email protected]
social: Facebook e Instagram

sito web: https://boragruppoinformale.wordpress.com/

Tags:

  • Jeronimo

    Jeronimo, data e luoghi di nascita sconosciuti, napoletano d'adozione. Le sue principali fonti di ispirazione sono l'irriverente sincerità delle canzoni di Nino D'Angelo, gli imbattibili beat di J-Dilla e la smodata passione di cui sono pregni i romanzi rosa degli scrittori esordienti. Approda in Ostile a seguito del suo naufragio nell'oceano della scrittura. Ama definirsi "Un Ostile senza stile", la sua poetica è caratterizzata dal sapore forte dell'ignoranza e dagli opachi colori retrò, con finali note fruttate di "vino acìto".

  • Show Comments

La tua email non verrà publicata, sono obbligatori solo i campi con *

commento *

  • nome *

  • email

  • website