ANNA TARATIEL

Anna Taratiel

Anna Taratiel (Terrassa, 1985) è un’artista spagnola che iniziò a muovere i suoi primi passi creativi nell’ambiente della street art barcellonese, con lo pseudonimo di OVNI (Objeto Volante No Identificado: traduzione spagnola di UFO). La sua formazione artistica si è andata sviluppando in parallelo tra lo spazio pubblico urbano e l’ambito istituzionale, da un lato come autrice di graffiti e di grandi murales e, dall’altro, come studente di graphic design nella Scuola Universitaria del Vapor di Terrassa, e di tecniche murali, nella Escola Llotja di Barcellona.

Da più di dieci anni espone in gallerie d’arte spagnole e internazionali (Barcellona, Bilbao, Amsterdam, Lisbona, Torino, Los Angeles, Rio de Janeiro, São Paulo, etc.); in spazi espositivi istituzionali; in fiere di arte contemporanea, come Swab (Barcelona), Summa, JustMad e Art Madrid (Madrid), Aqua (Miami), AAF (Londra), Berliner Liste (Berlino) etc. e in piattaforme online come Durán Online Gallery. Inoltre, il suo lavoro è stato menzionato in diverse pubblicazioni, tra le quali spicca “Los nombres esenciales del arte urbano y el graffiti español” (I nomi essenziali dell’arte urbana e del graffiti spagnolo), libro pubblicato nel 2011 dal giornalista e scrittore spagnolo Mario Suárez. Questo volume rappresenta il compendio più esaustivo che sia stato scritto finora sulla storia della street art in Spagna.

Fin dall’inizio, lo stile artistico di Taratiel si contraddistingue per il suo colorismo e per un linguaggio creativo puramente astratto, con soluzioni formali che si sono evolute negli anni, passando da un iniziale biomorfismo, caratterizzato dalla presenza di curvature e linee morbide, a un geometrismo minimalista, più austero ed essenziale.

Colore, geometria, composizione e sperimentazione costante di tecniche e materiali (a volte riciclati da scarti e residui di opere precedenti) rappresentano i quattro elementi fondamentali su cui si basa la sua personale grammatica costruttiva e che ricorrono, con coerenza e originalità, sia nelle sue opere di minor formato (come i collage o le pitture su carta, vetro, tavola e altri supporti) sia nei suoi dipinti su tela di medio formato, sia nelle sue grandi installazioni spaziali o nelle sue action artistiche su pareti di edifici.

Nella peculiare grammatica visuale di Taratiel confluiscono le influenze di stili di epoche diverse, che vanno da un evidente riferimento alla cultura urbana (street art e graffiti) a esperienze astrattiste del XX secolo, come per esempio l’opera di František Kupka, El Lissitzky, Liubov Popova o Varvara Stepánova, l’Astrattismo Post-pittorico di Frank Stella e altri, la Op Art di Victor Vasarely etc. A queste (e altre) suggestioni si uniscono anche una particolare passione dell’artista per l’architettura, i mosaici arabi, i puzzle, le costruzioni per bambini e in generale tutto un universo fatto di oggetti e piccole forme presenti nella sua vita quotidiana.

Anna Taratiel definisce le sue opere come “paesaggi interiori”, che riflettono di volta in volta i suoi stati d’animo o il suo vissuto più intimo. Il suo approccio creativo, ludico e vitalista, si traduce nell’ambiguità illusoria dei suoi lavori, sempre in bilico tra la bidimensionalità piana e la tridimensionalità volumetrica, che gioca a sorprendere e provocare la percezione dello spettatore.

Instagram Anna Taratiel

ANNA TARATIELANNA TARATIELANNA TARATIELANNA TARATIEL

ANNA TARATIEL

ANNA TARATIELANNA TARATIEL

ANNA TARATIEL

 

ANNA TARATIELANNA TARATIELANNA TARATIEL

  • Show Comments

La tua email non verrà publicata, sono obbligatori solo i campi con *

commento *

  • nome *

  • email

  • website

You May Also Like

Revok VS. H&M

revok hm Risale allo scorso 8 gennaio l’inizio della diatriba che divide da settimane ...

MARIANO DE ANGELISMARIANO DE ANGELIS

MEMORIE URBANE – STREET ART FESTIVAL

Mariano De Angelis è un fotografo documentarista ed ha iniziato un’opera di catalogazione dello ...

OYOSHE

”ONE TIME” IL NUOVO VIDEO DI OYOSHE

OYOSHE ”One Time” Il nuovo video di Oyoshe, tratto da #WazaBestRap Mixtape, l’ultimo lavoro ...